• CAMMINANO INSIEME CORPO – MENTE – EMOZIONI NEL SENTIERO DELLA VITA

    Il mio percorso professionale mi porta quotidianamente a confrontarmi con i miei pazienti; ascoltare le loro storie, le loro dinamiche e, ciò che il loro fisico esprime sotto forma di “malessere”, mi arricchisce e mi consente di mettermi in discussione ogni giorno.

    I miei percorsi di “crescita personale” diventano poi, motivo di scambio con loro che, noto, tantissime volte, simili a me; mi rivedo nelle loro difficoltà, nei loro dubbi e in questo viaggio della vita, mi metto a disposizione per comprendere insieme. Grazie a loro posso rafforzare sempre più l’idea che uno stato di equilibrio psico-fisico, o per lo meno il cercare di avvicinarcisi il più possibile, sia attuabile. Affermo ciò perché il nostro corpo esprime le nostre emozioni; lui ci parla ….. ma noi lo sentiamo? Lo sappiamo ascoltare? Lo accogliamo?

    E’ proprio quando cominciamo a porci delle domande sulle cause dei nostri disturbi che stiamo iniziando un percorso verso la guarigione. Renderci consapevoli che il corpo utilizza lo stesso linguaggio del nostro sentire, è già una grande conquista; aiutarlo poi a stare meglio ( cercando di modificare vecchi schemi, rafforzando i punti deboli, accettando noi stessi ), è il passo successivo.

    Camminano insieme corpo – mente – emozioni nel sentiero della vita; condizione fondamentale affinché ciò avvenga con successo, è il dialogo, l’interazione, la comprensione, il legame imprescindibile tra queste parti. E quando una di esse diviene “sofferente”, è la consapevolezza della CONNESSIONE (fra le parti), a far sì che ce ne possiamo accorgere e di conseguenza, intervenire. Se, infatti, attribuissimo un qualsiasi disturbo fisico solo ed esclusivamente a cause esterne, senza tener conto minimamente anche del nostro stato psico – emotivo, non potremmo fare quel click, indicatore di cambiamento e portatore SANO di un nuovo equilibrio.

    Dott.ssa Milena Marinaccio

    Per saperne di più sull’omeopatia :

    http://www.osteopaticamente.it/omeopatia/

    Potrebbero interessarti anche gli articoli :

  • Risolvere l’insonnia con l’omeopatia

    “Non il papavero né la mandragora, né i rimedi più soporiferi del mondo ti renderanno il dolce sonno che devi solo al tuo ieri”

    Tratta da “Otello”         W. Shakespeare(1564-1616)

     

    L’ abbandono tra le braccia di Morfeo, infatti, presuppone l’allentamento da ogni controllo, da ogni attività, ma soprattutto la capacità di lasciarsi andare a ciò che è sconosciuto.

    E colui o colei che soffre di insonnia ha proprio questa difficoltà di  affidarsi al suo inconscio e così si porta nel sonno le proprie preoccupazioni e le proprie attività a tal punto che il giorno si prolunga nella notte togliendo la possibilità all’inconscio di prendere vita e alla persona di riposare realmente (e quindi di ricaricarsi).

    L’omeopatia agisce, lavorando con i pazienti, sui meccanismi all’origine della perturbazione,  causa dell’ insonnia.

    Infatti,  il trattamento omeopatico,  non è limitato  alla sola prescrizione di rimedi che lavorino sulla modalità dell’insonnia di quella persona  ( difficoltà di addormentamento o risvegli ripetuti nella notte o risveglio all’alba), ma soprattutto rivolge la sua attenzione a come quella persona “VIVE” le sue giornate, cercando di supportarla nell’affrontare con minori  ansie,  paure o controllo eventuali situazioni di stress. Ed è molto probabile che in questo percorso la persona  insonne inizi a prendere coscienza che il suo sonno non ristoratore (anche se causato da eventi esterni ) abbia  delle radici interiori, che, rappresentano il suo passato, il suo io più profondo, la sua essenza; ma proprio queste, se ben curate, renderanno la persona più centrata, più salda, più armoniosa nel vivere la sua quotidianità.

    E così, il dolce dormire, finalmente, potrà prendere il suo posto, rendendo il domani più energico e propositivo!

     

    Dottoressa Milena Marinaccio

  • BIMBI E OMEOPATIA : PREVENZIONE DELLE AFFEZIONI STAGIONALI

    L’omeopatia è una terapia che va a rafforzare  l’organismo per condurlo alla guarigione.

    In base a tale concetto, nell’ambito della prevenzione delle patologie da raffreddamento (tonsilliti, bronchiti, sinusiti, faringiti etc.),  la medicina omeopatica agisce proprio stimolando e attivando con maggior energia il sistema immunitario.

    Nel caso,poi, dei  bambini, l’azione del rimedio è ulteriormente efficace, in quanto interagisce con un terreno non ancora intossicato(da farmaci, stress , patologie croniche etc.).

    I rimedi omeopatici hanno un’azione dinamica, per tanto, non spengono i sintomi, ma incrementano la capacità dell’organismo a reagire.

    Close view of homeopathic medications - containers and small white balls

    Rafforzando le difese immunitarie e lavorando sul terreno dei piccoli pazienti,( inquadrandoli non solo da un punto di vista fisico-costituzionale, ma anche caratteriale-comportamentale), si ottiene un potenziamento dei meccanismi di difesa in grado di combattere gli agenti esterni(virus,batteri, etc.) in maniera sempre più efficace.

    Oltre alla terapia di terreno, che è specifica per ogni singolo paziente, i rimedi omeopatici vengono utilizzati anche nelle fasi acute sotto forma di rimedi singoli o complessi in modo da poter effettuare una terapia completa  e presente in tutte le fasi  delle varie problematiche.

    Dott.ssa Milena Marinaccio .